Sviluppo del settore del gas naturale in Albania e gasdotto TAP

Il tratto sulla terra ferma partirà nel comune di Devolli, nella regione di Korça, al confine con la Grecia, per approdare sulla costa adriatica, a 17 chilometri a nord ovest di Fier, fino a 400 metri verso l’entroterra rispetto alla linea di costa.

A fine 2016 TAP ha concluso la prima fase dei lavori di riqualificazione delle infrastrutture in Albania, che comprende il rifacimento di strade di accesso, la costruzione e ristrutturazione di ponti.

A fine luglio 2018 sono stati completati oltre il 75% dei lavori.

L’inizio delle attività commerciali del gasdotto TAP è previsto alla data del 31 dicembre 2021.

Attualmente, l’unico punto di distribuzione del gasdotto TAP per l’Albania è situato nei pressi della città di Fier, con capacità distributiva prevista tra lo 0.3 e lo 0.6 BCM/anno.

Sono in fase di studio da parte dello Stato Albanese altri due punti di distribuzione (uno nella città di Coriza e l’altro nei pressi di Berat), ma per il momento non c’è nulla di concordato con TAP, e comunque dipenderà tutto dallo sviluppo futuro del settore gas in Albania.

Per quanto riguarda il prezzo di acquisto del gas da parte dell’Albania, non vi sono per il momento indicazioni chiare.

Su questo tema, l’unico punto fermo, allo stato attuale, è l’approvazione da parte dell’Ente Regolatore per l’Energia (ERE) dei metodi di determinazione del prezzo del gas riguardante la trasmissione e la distribuzione nel territorio albanese; è, però, stato precisato che tale metodologia non verrà applicata al TAP.

Dal punto di vista più strettamente normativo, sebbene le Direttive dell’UE relative al settore del gas naturale non sono direttamente applicabili all’Albania, come parte contraente del Trattato sulle Comunità Energetiche (Energy Community Treaty), quest’ultima è obbligata a implementare nella propria legislazione interna il c.d. UE Third Energy Package.

In esecuzione di ciò, attraverso la Nuova Legge sul Settore del Gas (legge n. 102/2015, del 23.9.2015, “Sul settore del gas naturale”), l’Albania ha fatto proprio il diritto acquisito comunitario (acquis communautaire) in materia, e cioè, il c.d. Regolamento Gas, il Reg. CE n. 715/2009, sulle condizioni per l’accesso alle reti di distribuzione gas naturale, e successive modifiche.

Da questo sintetico quadro emerge come TAP contribuisca in maniera determinante a rendere l’Albania un importante nodo energetico.

Ciò implica una interessante opportunità per aziende e singoli professionisti qualificati di essere coinvolti nella realizzazione e gestione di uno dei più importanti progetti di infrastrutture energetiche in Europa.

D’altra parte, secondo una prassi internazionale consolidata, il coinvolgimento e la valorizzazione dell’imprenditoria locale, in aree naturalmente non core business, ma in settori nei quali le competenze e la competitività locale sono validate a parametri di mercato, può fortemente agevolare la possibilità di effettuare investimenti infrastrutturali da parte di operatori internazionali in paesi stranieri.

Infatti, le Istituzioni preposte al rilascio delle licenze indispensabili alla realizzazione e all’esercizio delle infrastrutture indispensabili al business (in specie, il sistema di trasporto e distribuzione del gas naturale), valutano con attenzione il local content, interpretandolo come un intelligente approccio imprenditoriale, naturalmente attento alla capacità delle imprese del paese ospite quando competitive a parametri di mercato.

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Albania e WTO
Perchè investire in Albania